Maggio 1987

Joyner ante litteram

Nel 1987 la prima equipe Samarcanda trasmetteva gioia e felicità in un villaggio della riviera adriatica.
In quell’anno, in Italia, nessuno aveva ancora avuto ancora questa idea: specializzarsi nella produzione di spettacoli e attività legate al turismo.
Oltre a mantenere il proprio vantaggio competitivo, Samarcanda ha sviluppato negli anni uno stile unico e riconoscibile, sia nell’ideazione di spettacoli che nella formazione delle proprie equipe.

Nasce un neologismo

Il brand Samarcanda ha saputo sfruttare il proprio vantaggio consolidando e formando le risorse interne e acquisendone di nuove dall’esterno, così da differenziare la propria offerta.
L’emancipazione dall’animazione classica viene cristallizzata formalmente molti anni dopo, quando Samarcanda conia e registra il neologismo Joyner, termine con cui oggi vengono definiti gli animatori evoluti, professionisti eclettici e consapevoli dell’arte, della comunicazione e dell’intrattenimento.

Molto più che animatori

Orizzonti lontani e visibili

Samarcanda fa 100.000

Il 3 novembre 2019 Samarcanda mette in scena lo spettacolo numero 100.000 dalla propria nascita, e lo fa a bordo della Grimaldi Barcellona, in una festa interamente dedicata ai propri ragazzi.
Un apparente punto d’arrivo è per l’azienda un momento di transito verso ulteriori evoluzioni e trasformazioni, elevando gli standard e spostando il traguardo ancora più in avanti.

CONTENUTI CORRELATI

  • fare l'animatore samarcanda

Una giornata da Joyner al Marina di Venezia

Com'è fare l'animatore Samarcanda? Ve lo spieghiamo con un video. L'equipe di joyner del Marina di Venezia ha realizzato un video [...]

Carica altri articoli