Cosa ti ha spinto a diventare animatore?

La figura di animatore è stata, negli ultimi anni, una delle varie vesti che mi sono immaginato ricoprire; infatti la possibilità di poter trascorrere un lungo periodo fuori casa, in autonomia, lontano dai genitori e completamente responsabile delle mie azioni, mi ha sempre allettato. Quest’anno poi, dopo avere preso una piccola pausa dagli studi, ho deciso di dedicarmi alle esperienze che prima non potevo sperimentare, e quando Samarcanda mi ha contattato sono stato davvero felice, e dopo il periodo in Academy, sono ancor più convinto che il ruolo di animatore possa fare al mio caso!

Perché Samarcanda?

Appena ricevuto la chiamata di Samarcanda, che mi invitava a presentarmi per un colloquio, ho subito fatto alcune ricerche su internet per capire meglio a chi mi stavo proponendo. Leggendo delle varie sedi in tutta Italia, dal Veneto alla Sicilia, e anche all’estero, e soprattutto della lunga esperienza nel campo dell’animazione, ho subito capito della realtà internazionale e professionale di Samarcanda, e mi sono presentato all’appuntamento con molte meno domande, entusiasta all’idea accettare un eventuale incarico.

Come immagini la tua esperienza nel villaggio turistico?

Premetto che questa è la mia prima esperienza in una di villaggio estivo, e non vedo l’ora di iniziare la mia attività che svolgerò con entusiasmo e professionalità; mi aspetto di fare la mia parte al meglio, conoscere nuova gente e vorrei  far appassionare più ospiti possibili alle mie attività. Spero inoltre di trovare un gruppo unito e affiatato come quello che ho trovato in Academy, dove ho conosciuto tante persone fantastiche e con le quali spero di continuare a sentirmi.

Marco Saolini Animatore Samarcanda

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda