Nel nostro spazio che abbiamo chiamato

“Tre domande a…”

incontriamo Giacomo Ficini, al debutto la scorsa estate come CE Samarcanda.
E’ l’esempio che con dedizione e forza di volontà il traguardo non è impossibile da raggiungere, anzi. Lui ci è riuscito ottenendo un ottimo risultato di stagione.

Ciao Giacomo, raccontaci del tuo “viaggio” in Samarcanda.

“Ho iniziato nel 2006 come istruttore Windsurf. Ho fatto un po’ di stagioni invernali ed estive come sportivo, nel 2009 sono diventato capo spiaggia/sport. Vengo promosso nel 2015 a capo animazione e finalmente nel 2017 Capo Equipe.”

Cosa vuol dire, per te, aver raggiunto questo obiettivo?

“Fare il capo equipe in Samarcanda per me significa nuovi stimoli, nuove esperienze, nuove possibilità di crescita professionale e personale. Poter mettere la mia esperienza a disposizione dell’equipe per favorirne e accelerarne la crescita.”

E a riguardo del “cambiare vita”? Ci hai mai pensato?

“Ci ho pensato molte volte, ma poi ci ripenso, perché non so se riuscirò mai a trovare un lavoro appagante come questo.”

Se tornassi indietro…

“…credo che rifarei la stessa vita o se volessi cambiare, forse ci penserei un po’ prima.”

Grazie Giacomo ed in bocca al lupo per le stagioni a venire.

 

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda