Il vento è dalla nostra parte” : è un augurio, una speranza, una certezza! La festa più attesa dell’anno da tutto il mondo Samarcanda, l’evento che richiede mesi di progettazione e preparazione, sta per diventare realtà.

Le stagioni estive stanno per concludersi, alcuni Samarcandini sono già rientrati nelle loro città portandosi addosso le emozioni appena vissute intensamente ma non ci sarà tempo per raffreddare gli entusiasmi perché si riparte per una nuova avventura: Sam Sparrow ci condurrà in un viaggio ai confini del divertimento!

Da oggi parte ufficialmente il conto alla rovescia e, come da consuedutine, apriamo le danze con l’intervista a Dario Filippi G.M. del Gruppo Samarcanda.

Ciao Dario, eccoci nuovamente sulla linea di partenza, partiamo subito con una domanda provocatrice:

-Secondo anno consecutivo per Samcruise, stessa location stessa modalità: la crociera, non avete timore di una replica?

Non la chiamerei replica!! E’ un ritorno ad un progetto di successo ancora per una volta con il medesimo contenitore ma di contenuti diversi.
Inoltre per chi ci è già stato significa rivivere l’esperienza potendola assaporare meglio, chi lo scorso anno non è venuto e si è dispiaciuto sentendo le testimonianze dei compagni ha un’altra possibilità, per chi è nuovo del mondo Samarcanda ha la grande occasione per provare a salpare con noi.
E poi, per dirla tutta, tantissime sono state le richieste di tornare a Barcellona con la medesima modalità, anche se molte cose saranno diverse, nuove e sorprendenti!!

-Confermata anche la scelta di partnership con Grimaldi?

Si, perché affidabile, professionale e perché ci da la possibilità di organizzare una minicrociera ad un prezzo molto accessibile.
Ma non solo, un’altra partnership è già nata tra di noi per un’altra iniziativa: il capodanno in nave organizzato da Grimaldi con l’intrattenimento Samarcanda.

-A che punto sono le prenotazioni? Le date scelte per la crociera non coincidono col ponte di Novembre, pensi possa inficiare le prenotazioni?

Il booking Samarcanda è a regime, le cabine migliori stanno finendo e quindi è un buon segno. Il ponte è un aspetto tecnico. Chi vuol venire prende ferie e permessi e non si ferma davanti a questo perché il vento è in poppa!

Questa edizione del Samarcanda Days non sarà influenzata dall’atmosfera poco limpida e ormai generalizzata che la crisi economica ha generato?

La crisi c’è ma chi apprezza il gusto di vivere esperienze emozionanti nella vita le vive, perché la vita è breve e non si lascia condizionare nei piccoli piaceri dai misfatti dei potenti della terra.

-Celebrazione quindi di un’estate dal bilancio positivo?

I nostri ragazzi non sono più solamente i migliori ma sono unici, i soli capaci di emozionare ancora e comunque.

-Lo staff organizzativo è lo stesso della scorsa edizione, squadra vincente non si cambia?

Si lo staff è il medesimo ma il timone del coordinamento stavolta è nelle mani di Vincenzo Massaro.
Lui ci veste e ci rende belli, eleganti e vincenti.

-L’anno scorso hai realizzato due sogni: il SamCruise in crociera e festeggiare anche con tutti gli staff Croati. Per questa edizione cosa sogni?

Attenzione: i sogni li confido solo a bordo, davanti allo staff organizzativo, all’equipaggio, alla ciurma e agli ospiti che ci vogliono bene!! Insomma quando siamo in famiglia!!

Rimanete con noi perché prestissimo pubblicheremo i nominativi dei presentatori ufficiali di quest’edizione. Stay tuned!

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda