Cosa ti ha spinto a diventare animatore?

La passione per la figura dell’animatore è sorta in me vivendo l’esperienza dal punto di vista dell’ospite. Credo che diventare un animatore possa rappresentare una svolta importante per la propria vita perché è una professione che permette di stare a contatto con le persone, quindi crescere, e di vivere continuamente nuove esperienze. Fare l’animatore significa mettersi in gioco, ma soprattutto far divertire divertendo anche se stessi. La caratteristica fondamentale dell’animatore, secondo me, sta nella sua capacità di trasmettere la felicità a chiunque attraverso sorriso, immagine e attività. Dunque, per me, bisogna diventare un animatore perché questo è il lavoro più bello del mondo.

Perché Samarcanda?

Sinceramente non c’è un motivo preciso alla base della mia decisione di entrare a far parte di Samarcanda. E’ un’azienda che mi è stata consigliata e presentata in maniera molto positiva. Non conosco altre realtà d’animazione, però posso dire che con Samarcanda mi sono trovato molto bene e ho avuto a che fare con uno staff serio e professionale, ma al tempo stesso molto simpatico e divertente.

Come immagini la tua esperienza nel villaggio turistico?

Innanzitutto sarà la mia prima esperienza quindi da parte mia c’è grande entusiasmo e voglia d’iniziare. Mi aspetto sia un’esperienza unica e molto intensa. Certo, i ritmi saranno elevati, però penso che avrò moltissime occasioni per insegnare e aiutare le persone ad avvicinarsi allo sport e questo per me è già un ottimo punto di partenza. Ovviamente confido molto sulla presenza dell’atmosfera da villaggio e quindi molto divertimento. Spero anche, ma non ho dubbi, di trovare un team nel quale integrarmi perfettamente e fare nuove amicizie importanti con cui condividere momenti memorabili. Sono molto curioso e mi sento pronto, quindi non aspetto altro che iniziare e scoprire questa nuova avventura!

Davide Schiraldi Animatore Samarcanda

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda