La tua citazione preferita è: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore” (Italo Calvino).

Descriviti usando tre aggettivi: Curiosa, accomodante, grintosa.

Raccontaci il luogo dove vivi: Attualmente sono domiciliata a Milano e reputo la mia nuova città fonte di opportunità interessanti, custode di un significativo tesoro storico-artistico, e polo turistico notevole, che favorisce incontri culturalmente variegati e stimolanti.
La vita della metropoli è frenetica, talvolta capace di privarmi di energia ed esercitare su di me un effetto ansiolitico ed incupente. Ciò non può certo dirsi anche della mia città natale, Perugia, vecchio comune di matrice etrusca.
Lontana dal mare, ma rivendicata da un altrettanto invidiabile paesaggio montano e rurale, la capitale italiana del cioccolato costituisce una realtà raccolta, sede universitaria e meta ambita da turisti anche stranieri.
Sebbene vivervi 365 giorni l’anno possa risultare noioso proprio per la scarsità di attività, essa rappresenta il luogo ideale per chi voglia staccare la spina dal caos cittadino e prendersi un minuto per riempirsi i polmoni d’aria buona, per chiunque preferisca farsi una passeggiata in mezzo al verde piuttosto che rinchiudersi in un centro commerciale.
Un città spesso sottovalutata ma che sa offrire tanto.

Qual è la cosa più preziosa che possiedi? Siccome si parla di possesso, di cose e non di persone, sceglierei la bacheca appesa alle pareti della mia camera da letto. Una testimonianza concreta di tanti bei momenti trascorsi da sola, in famiglia o con gli amici, di viaggi e giornate memorabili, racchiusi in foto, biglietti di trasporti pubblici o concerti, cartoline e gadget.

Se avessi una bacchetta magica, cosa faresti? Di getto ammetto che, se ne avessi la possibilità, creerei i presupposti necessari a permettermi di visitare quanti più paesi possibili al mondo.

Hai un ricordo indimenticabile? Ne ho più di uno, ma quello che, nonostante lo scorrere de tempo, rimane guccinianamente parlando “un ricordo lucente e durissimo come il diamante” è il fine settimana a Napoli trascorso con la mia migliore amica due estati fa. Una città che ti entra nel cuore in punta di piedi e non ti molla più.

Quali sono i tuoi hobby? Le attività che mi appassionano sono piuttosto comuni e si riferiscono maggiormente al campo dell’arte. La danza in tutte le sue sfumature, il musical, la lettura e il cinema, il contatto con la natura e i viaggi. Più in generale, amo conoscere persone e luoghi nuovi, imparare mansioni pratiche concretamente utili, essere d’aiuto a chi ne ha bisogno e far sorridere chi mi circonda.

Qual è il tuo sogno nel cassetto? Il sogno più grande che mi accompagna da qualche anno a questa parte è quello di ballare in un musical. Le strade per realizzarlo sono certamente molteplici, eppure sono certa che la stagione come animatrice Samarcanda mi darà una marcia in più.

Se non fossi un animatore, saresti? Non so…una studentessa di Mediazione Linguistica alle prese con la sessione estiva, o forse una volontaria coinvolta in un significativo progetto per la protezione degli animali, o ancora una viaggiatrice incallita alle prese con un viaggio futuro a Cuba, a New Orleans o in Kenya.

Arianna Fulmini news

 

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda