Cosa ti ha spinto a diventare animatrice?

Avevo 6 anni quando andai per la prima volta in vacanza in un villaggio. Fu proprio quella volta che mi innamorai del lavoro dell’animazione e mi promisi, una volta compiuti i 18 anni, di partire all’istante per un’esperienza del genere. Quest’anno manterrò la mia promessa.
Non mento se ti dico che l’animatore dona a ciascuna persona indifferentemente l’unica cosa che ci permette di vivere e tirare avanti in questo mondo: risate.
Non mento se ti dico che farò del mio meglio affinché tu possa metterne da parte una grande scorta.

Perché Samarcanda?

Ho scelto Samarcanda perché mi dissero che Samarcanda non è semplicemente un’Azienda: è una Famiglia, nella quale facilmente riesci ad entrare a far parte ma difficilmente riuscirai ad andare via. Inoltre mi dissero anche che Samarcanda è la migliore: ed io cerco solo il meglio.

Come immagini la tua esperienza nel villaggio turistico?

Se immagino la mia esperienza in un villaggio turistico mi vengono subito in mente tre parole: calore (non parlo del calore della temperatura, ma del calore che emana un cuore); risate e condivisione.
Sono pronta a ridere, farvi ridere e ridere insieme. Sono pronta a donarvi la migliore estate che possiate trascorrere. E voi, lo siete?

Anastasia Mancini Animatrice Samarcanda

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda