Cosa ti ha spinto a diventare animatore?

Credo che questo lavoro sia uno dei più formativi a livello di crescita personale. Potermi rapportare costantemente con persone diverse e far si che la loro vacanza sia indimenticabile è veramente qualcosa di speciale. Per me diventare animatore significa intraprendere un percorso di formazione lavorativa e personale.

Perché Samarcanda?

Ho sempre frequentato villaggi animati Samarcanda con la mia famiglia e mi sono appassionato a quel modo di fare animazione. Così, appena raggiunta la maggiore età, ho subito inviato il curriculum per diventare parte di questa azienda.

Come immagini la tua esperienza nel villaggio turistico?

La mia esperienza nel villaggio la immagino piena di situazioni nuove che non vedo l’ora di affrontare. Mi impegnerò al massimo nel mio ruolo di animatore sportivo cercando di raggiungere due obiettivi: rimanere nei ricordi degli ospiti e insegnare, al meglio che posso, tutto quello che so sulla vela.

Adriano Raschillà Animatore Samarcanda

WhatsApp chat Diventa Joyner Samarcanda