• 31Mag’ 17

    Gabriele De Stefano: animatore Samarcanda

    Scritto da in Animatori, Animatori, Sam Academy, Villaggi con 0 commenti

    La tua citazione preferita è: “Pensavo è bello che dove finiscano le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.”

    Descriviti usando tre aggettivi: socievole, intraprendente, disponibile.

    Raccontaci il luogo dove vivi: abito a Calvi Risorta, un piccolo paese in provincia di Caserta, per il nostro territorio la sua storia è molto importante, prima della venuta dei Romani, che lo attaccarono e lo distrussero, veniva chiamato Cales poi nel ricostruirlo il nome è venuto abbastanza spontaneo. Soprattutto d’estate il paese si anima di più, con l’aiuto di associazione culturali del territorio che organizzano eventi per valorizzare le arti come la musica, la pittura, il teatro dando occasione a tutti agli artisti del paese di farsi avanti e dare libero sfogo alla loro vena artistica. Calvi Risorta è un paese molto vivace, le iniziative sono tante per cercare di valorizzare al meglio tutte le nostre risorse, come ad esempio l’archeocales che si occupa del recupero dei beni della vecchia Cales, situata vicino al paese attuale, o come la piccola libreria 80mq, un’associazione che ha dato al paese una biblioteca di non poco conto, sempre in prima linea sui temi sociali che riguardano l’agro caleno.

    Qual è la cosa più preziosa che possiedi? La mia prima chitarra.

    Se avessi una bacchetta magica cosa faresti? Passare ancora dei momenti con mio padre.

    Hai un momento indimenticabile? Cantare e suonare Fabrizio De André con mio padre.

    Quali sono i tuoi hobby? Suonare, cantare, ascoltare musica, leggere, scrivere, giocare a basket, collezionare fumetti e statuine Marvel, cinema, giochi da tavolo..

    Qual è il tuo sogno nel cassetto? Ce ne sono tanti, ma quello che spicca di più è lavorare a stretto contatto con la musica.

    Se non fossi un animatore, saresti? Un cantautore.

    Gabriele De Stefano