• 26Mag’ 16

    Alessio Scotti: animatore Samarcanda

    Scritto da in Animatori, Villaggi, Barricata, Animatori, Sam Academy, Villaggi con 0 commenti

    La tua citazione preferita è: “PROVEHITO IN ALTUM” credo che tutti non debbano accontentarsi di cose semplici ma puntare a ottenere sempre il meglio da tutto.

    Descriviti usando tre aggettivi: timido perché a primo impatto non sono un ragazzo che si lascia subito andare o che si butta nella mischia; estroverso perché invece una volta rotto il ghiaccio non mi ferma più nessuno; l’ultimo aggettivo che potrei utilizzare per descrivermi è sportivo: sono un ragazzo a cui piace molto fare sport, infatti è da quando avevo 10 anni che pratico un’arte marziale, il judo.

    Raccontaci il luogo dove vivi: io abito a Valgreghentino, un piccolo paese tranquillo della provincia di Lecco, sul lago di Como. È un paese in cui non c’è molto da fare perché gli abitanti per la maggior parte sono tutte persone anziane, quindi per divertirsi un po’ bisogna andare nei paesi vicini. Non è che non mi piaccia come paese è solo che lo avrei preferito con un po’ più di vita.

    Qual è la cosa più preziosa che possiedi? Sono i ricordi, le emozioni e le conoscenze, in particolare quella di una persona che alla Samarcanda Academy mi ha trasmesso e mi ha permesso di fare.

    Se avessi una bacchetta magica cosa faresti? Tornerei ai giorni dell’Academy perché sono stati dei giorni indimenticabili.

    Hai un ricordo indimenticabile? So di essere noioso ahahah, però ho due ricordi indimenticabili e sempre inerenti all’Academy: il 1°, è stata la figuraccia che ho fatto al gioco dell’ice breaking quando uscii per primo senza aver preparato niente; il secondo invece, sempre riferito all’Academy, come ho scritto sopra è stato quello di aver conosciuto dei ragazzi/e fuori di testa e che non vedo l’ora di rivedere, ma specialmente di aver conosciuto una ragazza in particolare.

    Quali sono i tuoi hobby? Principalmente 2: ascoltare la musica e uscire con gli amici. Però ad esempio potrei inserirne altri, ma uno in particolare che è studiare per l’università.

    Qual è il tuo sogno nel cassetto? Sarebbe quello di aprire, un giorno, una palestra mia dove insegnare judo.

    Se non fossi un animatore, saresti? Credo che sarei rimasto lo studente universitario di sempre che si alza alle 6 di mattina per prepararsi per poi andare alle 7 a prendere il treno in stazione e per poi sentire per 6 ore consecutive una persona che ti riempie di nozioni.

    AlessioScotti