• 31Mag’ 17

    Alessio Petrosino: animatore Samarcanda

    Scritto da in Animatori, Animatori, Sam Academy, Villaggi con 0 commenti

    La tua citazione preferita è: “Non importa se tu sei un crotalo o un pavone, l’importante è che se muori… melo dici prima.“ (Così è la vita, Aldo Giovanni e Giacomo)

    Descriviti usando tre aggettivi: testardo, disordinato, obiettivo.

    Raccontaci il luogo dove vivi: Torino è una città molto caotica, spesso si incontra gente che corre per la strada per non perdere l’autobus ma è anche una città che vive, è quel genere di città in cui è difficile trovarsi male nonostante la poca organizzazione dei servizi si è spesso pronti ad aiutare chi si vede veramente nel bisogno. Su Torino si sentono dire tante cose ma quella che io reputo più adatta è sicuramente che, come tutte le grandi città, ci sono tante persone il che vuol dire tante storie quali belle e quali brutte certo ma pur sempre storie in grado di arricchire il proprio bagaglio personale.

    Qual è la cosa più preziosa che possiedi? Senza dubbio la cosa più preziosa che possiedo è la mia valigetta in cui conservo tutti gli attrezzi che utilizzo come prestigiatore, ne sono gelosissimo.

    Se avessi una bacchetta magica cosa faresti? Proverei a portare un po’ di allegria e perché no, magari anche qualche sorriso, perché una persona che ride con te è una persona felice con te e una persona felice con te è un tuo amico.

    Hai un ricordo indimenticabile? Un ricordo indelebile nella mia testa è la faccia della prima persona a cui ho per la prima volta fatto un gioco di prestigio, una bazzecola, un effetto per bambini certo ma la faccia di mio nonno quella volta credo sia stata la più bella che io abbia mai visto, è quello che mi ha spinto a continuare, oltre la passione ovvio.

    Quali sono i tuoi hobby? Nel tempo libero mi piace prendere in mano le carte e magari imparare qualche nuova tecnica o effetto, armeggiare un po’ con vari attrezzi di giocoleria e passare un po’ di tempo davanti ai videogames.

    Qual è il tuo sogno nel cassetto? Mi è sempre piaciuto studiare le stelle e di conseguenza il mio sogno sarebbe quello di diventare un giorno un astronomo e perché no magari scoprire una nuova stella o costellazione.

    Se non fossi un animatore, saresti? Non so cosa sarei ma so cosa non sarei, non sarei sicuramente uno di quei ragazzi che si sveglia la mattina già annoiato all’idea di ciò che lo aspetta, proverei a prendere il meglio dalle situazione cercando di non farmi abbattere.

    Alessio Petrosino